Associazione Nazionale Carabinieri
"V.Brig. Salvo D’Acquisto M.O.V.M” Roma Divino Amore

22 maggio 2014 Giardini Sant'Andrea al Quirinale. Inaugurazione monumento "Pattuglia Carabinieri nella tormenta"

Il 22 maggio 2014, nei giardini di Sant’Andrea al Quirinale, è stato inaugurato il monumento celebrativo del “Bicentenario di fondazione dell’Arma dei Carabinieri”, alla presenza del Ministro della Difesa, del Comandante Generale dell’Arma Gen. C.A. Gallitelli ed a numerose Autorità civili e religiose.
Una nutrita rappresentanza dell’Associazione Nazionale Carabinieri, con a capo il Generale
Magliuolo, composta da molte Sezioni, tra le quali anche la nostra del Divino Amore, ha fatto da degna cornice a tale importante manifestazione.
Il monumento rappresenta “ Pattuglia di Carabinieri nella tormenta” e riproduce la famosa scultura bronzea del Maestro fiorentino Antonio Berti. E' un'opera molto bella.
Due carabinieri camminano affiancati, avvolti nelle mantelle agitate dal vento, il capo chino, il corpo proteso in avanti nello sforzo di farsi strada nella tormenta che soffia nella direzione contraria. Esprime la fatica di un cammino compiuto all'unisono nelle avversità, l'identico, simmetrico, spirito di determinazione e abnegazione che accomuna i due compagni.
Ogni cittadino vede nel carabiniere un importante punto di riferimento, il volto amico dello Stato, autorevole ma umano, al quale rivolgersi nei momenti di difficoltà. Sulle strade, nella lotta alla criminalità comune e organizzata, nel controllo del territorio, nel contrasto alle diverse forme di illegalità.
I carabinieri rimangono fedeli a loro stessi, alla grande stima e alla fiducia che li accompagna, anche quando il loro impegno si svolge all'estero, nei Teatri Operativi, dove agiscono con competenza e professionalità assoluta, per la ricostruzione delle istituzioni e del tessuto sociale nei Paesi lacerati dai conflitti.
Molti hanno pagato un alto prezzo in difesa della legalità sia in Italia che all'Estero, è doveroso ricordarli con commozione, stringendoci intorno ai loro familiari