Associazione Nazionale Carabinieri
"V.Brig. Salvo D’Acquisto M.O.V.M” Roma Divino Amore

29.11.2014 INAUGURAZIONE MONUMENTO AI MARTIRI DI FIESOLE

Sabato 29 novembre a Priverno, comune della provincia di Latina, nel quadro del Bicentenario dell’Arma, del 70° Anniversario del sacrificio dei tre Carabinieri cosiddetti  “Martiri di Fiesole” e del 50° Anniversario della costituzione della Sezione ANC di Priverno, ha avuto luogo la cerimonia di intitolazione del parco nella vicina frazione di Ceriara ai tre eroici Carabinieri e l’inaugurazione di un monumento alla loro memoria. E’ stata una giornata di intense emozioni che ha visto anche  la partecipazione della popolazione e delle massime autorità civili e militari. Ha fatto gli onori di casa il Presidente della Sezione ANC Maggiore (r) Botticelli, che ha fortemente voluto la manifestazione e a cui si deve l’organizzazione riuscitissima  dell’evento, come opportunamente sottolineato dal Generale D. ( r ) Magliuolo intervenuto in rappresentanza dell’ANC. La  nostra Sezione è stata rappresentata dal Presidente Demontis e dal Consigliere Langianese che ha portato fieramente la bandiera dell’associazione.    La giornata è iniziata con un bel colpo d’occhio rappresentato dalle numerose associazioni ANC, Combattentistiche e d’Arma intervenute per onorare i Martiri di Fiesole. E’ stata molto folta la presenza femminile in uniforme sociale ANC che ha dato un tocco di grazia alla manifestazione. La giornata è iniziata con la sfilata lungo le vie del centro cittadino dei partecipanti ordinati e composti con la banda musicale, i Gonfaloni e le Bandiere delle Associazioni  in testa al corteo, molto applaudito dai residenti. Nella cattedrale S. M. Assunta  di Priverno si è svolta la Santa Messa, presieduta dal parroco Don Giovanni che nella sua omelia ha ben evidenziato il ruolo sociale della Benemerita, delle associazioni che concorrono a tenere vivi i valori dell’Arma, ma soprattutto il significato del sacrificio umano  dei tre Carabinieri “Martiri di Fiesole” , Alberto La Rocca, Vittorio Marandola e Fulvio Sbarrett, insigniti della Medaglia d’oro al Valor Militare,   che hanno sacrificato le loro giovani vite per salvare dalla fucilazione 10  civili da parte dell’esercito nazifascista tedesco,  nell’ultimo conflitto mondiale. E’ stata ricordata anche la ricorrenza della Virgo Fidelis, patrona dell’Arma,  Madre fedele, in relazione al motto araldico dell’Arma (Nei secoli Fedele). Con la preghiera del Carabiniere e la consegna di due belle immagini della Vergine alla Sezione ANC  ed alla Tenenza di Priverno,  si è conclusa la S. Messa gremita in ogni ordine di posti. La manifestazione è poi proseguita con la deposizione di una corona d’alloro sul cippo nel parco della frazione di Ceriara, benedetto dal parroco don Giovanni,  a ricordo dei tre Carabinieri fucilati.

Non è sfuggita all’attenzione dei presenti anche la presenza di numerosi bambini con le loro bandierine  sventolanti, nonostante la pioggia insistente. Dopo la lettura della motivazione che ha ricordato il gesto dei Carabinieri eroi, il Maggiore Botticelli e le autorità civili e militari hanno concluso con i loro discorsi commemorativi la toccante cerimonia, che ha visto anche la partecipazione composta dei  parenti dei Carabinieri Martiri di Fiesole. I partecipanti alla manifestazione si sono poi intrattenuti in un vicino noto ristorante, nel quale sono stati consegnati  attestati di benemerenza.