Associazione Nazionale Carabinieri
"V.Brig. Salvo D’Acquisto M.O.V.M” Roma Divino Amore

12 dicembre 2015 Cena d'Auguri 2015

INCONTRO D’ AUGURI PER NATALE 2015

Come ogni anno di questi tempi,  ci scambiamo gli auguri di Natale, questa volta  nell’agriturismo  Bio Fattoria Bella Cenci,  luogo ideale per tutti coloro che vogliono riscoprire gli antichi sapori ormai persi e per chi vuole trascorrere un po’ di relax al di fuori del caos cittadino. Percorrendo in auto una salita tortuosa, illuminata da luci che ci mostrano il percorso,   attraversiamo uno splendido uliveto della campagna romana, arricchito dagli odori di salvia e rosmarino che ben si sposano con le olive che troveremo  in tavola. Arrivati in cima alla collina,  c’è  un antico casale edificato all’inizio del ‘900, con i titolari Emilio e  Paola che ci accolgono  nel modo migliore, come si fa tra vecchi amici ed è stato il primo segnale di una serata da incorniciare nei nostri ricordi. In un ambiente accogliente e familiare, il clima festoso ha reso possibile la immediata conoscenza di tutti i presenti, dove i soci, i familiari, amici e parenti  hanno potuto subito socializzare tra i sorrisi e le battute di chi si incontrava dopo tanto tempo. Insomma, c’era tutto per stare bene e trascorrere la serata in allegria. Inutile dire che l’aperitivo di benvenuto, gli stuzzichini e l’antipasto della casa ci  hanno subito deliziato il palato con sapori irresistibili.

Soddisfatti i primi appetiti in una sala d’altri tempi con un grande camino al centro e  antiche  e solide travi al soffitto ,  il presidente ha rivolto il suo saluto e ringraziamento a nome anche del Consiglio, per la numerosa adesione alla cena di soci e ospiti,  in numero sempre più crescente, che  ci seguono con simpatia e interesse, annunciando che la serata sarebbe stata ricca non solo di pietanze genuine, ma anche di ricchi premi e sorprese per tutti, ad incominciare dalla musica piacevole dal vivo di Carlo, che con la sua melodia ci ha accompagnato per tutta la serata. Dopo un breve cenno  alle cose fatte e a quelle ancora da fare, si è parlato della  sede,  del risultato importante conseguito con pazienza perché fortemente voluto da tutti, che consentirà nuovi sviluppi ma soprattutto la voglia di continuare a crescere, del desiderio di renderci utili alla comunità, attraverso il servizio che viene svolto dai volontari e volontarie con  passione e umiltà. Il presidente ha tenuto a sottolineare anche l’obiettivo del Consiglio direttivo di adoperarsi per attirare in associazione nuovi operatori che, condividendo i valori dell’associazione , concorrono a portare ulteriori benefici ai soci, sostenendo le nostre attività e portando servizi.

Il presidente annuncia quindi la presenza in sala di esponenti di Banca Mediolanum, il dr. Luisi, in sostituzione del dr. Napoli, per motivi di salute, ed il dr. Ercoli,  che hanno accolto l’invito di condividere la serata con noi, per una reciproca conoscenza e collaborazione che verrà approfondita in altra sede, all’inizio del nuovo anno. Per dare un’idea più precisa di questa collaborazione,  che è già nata ed è già operativa, il presidente annuncia che il Consiglio, nella sua visione,  ha a cuore anche la sicurezza dei propri soci per quanto riguarda i suoi rapporti di conto corrente con la banca, il risparmio, la concessione di mutui a condizioni davvero vantaggiose, oltre alla protezione della propria  casa,  con accorgimenti assicurativi che pongano i  soci in una condizione di serenità.

I tonnarelli casarecci, il brasato, le castagne arrosto e  la crostata ci hanno riportato ai profumi di una volta, il tutto condito dall’assegnazione di graditi premi come il cesto natalizio, cellulari di ultima generazione, collane, braccialetti e orecchini di fattura artigianale del socio Massimo Bricca, che non manca mai di offrire il suo contributo, omaggiando i soci con le sue creazioni. Vengono consegnate  alcune copie del calendario storico dell’Arma e, per la prima volta, anche i calendari della Sezione, unitamente a penne per i signori soci e rose  per le signore. La Torta  e lo spumante,  hanno sigillato una serata da ricordare per la semplicità dei gesti, dell’alimentazione genuina e per lo spirito di fratellanza che ci vede uniti in un grande ideale abbraccio.